Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 26 dicembre 2014

PACE E PROSPERITA' AL PIANETA TERRA





Di Lenni Rossolovski

….Una piccola prefazione a questo bellissimo articolo che include un programma di meditazione.
Quante tecniche olistiche ci invitano a  mandare nella Terra tutto ciò che di negativo abbiamo  nei nostri corpi, nella psiche, nell'anima?  Quante volte  chiediamo alla Terra di  darci l'energia sotto forma di colori o atro? Lo facciamo come bambini inconsapevoli certi che la loro madre DEVE farlo per loro. Così è la Terra. E' la nostra madre. Una madre però invecchia, comincia a stare male, non può solo dare, dare, dare all'infinito, stanca di vedersi sfruttare e di assistere alle sanguinose liti  che dilaniano  i suoi ingrati figli.  I figli che sono pronti a uccidere se stessi e anche lei, a dare fuoco alla loro casa comune. 
Invertiamo la tendenza, una volta tanto?
E' ciò che invita a fare LENNI ROSSOLOVSKI in quest'articolo.
……………………………………..

"Non è un segreto per nessuno che il nostro pianeta non sta vivendo i tempi migliori. Uno stato di crisi si rivela in ogni sfera della nostra vita, il sistema ecologico si sta distruggendo in maniera mai vista prima, e sempre più spesso le TV ci fanno vedere  la violenza, le sommosse, le guerre, la fame e la sofferenza. 
Perché avviene tutto ciò? Qual è la causa di questo stato di cose?
Albert Einstein disse un giorno che il principale problema della nostra civiltà sta nel divario tra lo sviluppo tecnologico  e quello spirituale. Dopo aver iniziato il cammino tecnologico l’umanità ha smesso di occuparsi del progresso spirituale.
Quei modelli di comportamento che per millenni avevano aiutato l’uomo a sopravvivere, ora gli stanno giocando un brutto scherzo diventando la causa di una crisi globale  dell’umanità.
Permettetemi di spiegarlo.
Per migliaia di anni  l’uomo si confrontò duramente con la natura affrontando mille pericoli: fame, carestie, belve feroci, guerre contro le altre tribù, malattie, caldo, freddo e molto altro. 
Riuscivano a sopravvivere solo coloro che sapevano sottomettere gli altri, ad accumulare le provviste di cibo, ad assicurare a se stessi e alla propria famiglia le provviste necessarie. La cattiveria, la violenza, l’aggressione, l’egoismo erano necessari per  ostinare a vivere nelle condizioni avverse.
Così dalla madre Natura venivano selezionati quegli individui che mostravano una maggiore capacità di sopravvivenza e possedevano l’egoismo, la brama, sapevano  sfruttare i suoi simili per assicurare il proprio  benessere.
Per modificare questo stato di cose migliaia di anni fa nacquero le religioni, come un richiamo al rifiuto  dei modelli  di comportamento primitivi e il cambiamento dell’uomo stesso.
 



“Ama il tuo prossimo come te stesso”: è la formula della crescita spirituale che innalzava l’uomo al nuovo gradino.
Negli ultimi secoli l’umanità  sta portando avanti il progresso tecnico – scientifico  senza assolutamente preoccuparsi del fatto che lo sviluppo tecnico non accompagnato dalla crescita spirituale significa una strada  verso il nulla.

L’uomo  si rallegrava ingenuamente per ogni nuova invenzione senza capire che la conservazione degli istinti animaleschi,  dell’aggressione, dell’egoismo  significava mettere tutte le conquiste tecnico-scientifiche contro di lui.
Questa è la ragione della odierna crisi: gli istinti che prima ci aiutavano a sopravvivere, ora ci conducono  alla morte. Se prima  il lancio di una freccia  creava delle conseguenze minime per la Natura, ora il mondo può essere eliminato schiacciando semplicemente un bottone “nucleare”.
Il  cerchio si è chiuso.

La nostra civiltà distrugge  la natura e se stessa perché non ha le profondi basi spirituali e morali che servono per mantenere l’armonia con il mondo, che sappiano innalzare la coscienza dell’uomo al nuovo livello privo di differenza tra gli umani, di modo che tutti possano sentirsi degli abitanti dello stesso pianeta, liberi dai secolari pregiudizi.

.... Abbiamo una via d’uscita? Si certo.
“ Solo eliminando il male dentro voi stessi diventerete veramente utili anche agli altri. Per mezzo della pratica,  poco alla volta, mandate via la cattiveria   permettendo al vostro vero Buon Cuore, alla iniziale benevolenze, alla bontà, di creare una calda atmosfera per far crescere la vostra vera vita. Per questo io chiamo la meditazione la pratica della pace, la vera pratica della non violenza, il vero disarmo.” (Sogyal Rinpoche).

Il pensiero è materiale.
Se tutti mandassero agli altri gli impulsi di bontà e d’amore, il mondo  cambierebbe all’istante. Bisogna cominciare dalla propria persona. Lo vogliamo dai nostri governanti, dai nostri famigliari, dai conoscenti e dagli sconosciuti, ma in realtà, per salvare il mondo, occorre cominciare da se stessi.
Sembra che una persona comune sia inerme e non possa fare nulla per cambiare la situazione nel mondo. Non è così.  Il pensiero è materiale, e se noi mandiamo  gli auguri di pace e di prosperità a tutti gli esseri viventi del pianeta, il mondo cambierebbe. Basta volerlo fare.

                                   

Come usare questo programma?
Non è una comune meditazione. Il suo scopo è l’invio del desiderio della pace, dell’armonia, della prosperità al pianeta e a tutti i suoi esseri viventi. Durante questa meditazione voi DATE  la vostra energia al mondo e non chiedete nulla in cambio.
Se lo faranno 100 persone, da qualche parte  un bambino sorriderà.
Se lo faranno mille persone, una lite si trasformerà in concordia. Se lo faranno diecimila persone, cesserà un conflitto, una guerra.
Se lo farà un milione di persone, molte vite umane saranno risparmiate.
Se una decima parte dell’umanità  invierà un augurio di pace  al pianeta, la pace trionferà sul pianeta.



Il pensiero è materiale.
IL VOSTRO PENSIERO E’ MATERIALE. SE INVIERETE UN AUGURIO DI PACE ALLA TERRA E MANDATELE UNA PARTICELLA DELLA VOSTRA ENERGIA, IL MONDO INIZIERA’ A CAMBIARE.  VOI POTRETE CAMBIARLO.

Come meditare? Assumete una posizione comoda. Immaginate quanto è bello il nostro pianeta. Immaginate sparire dalla faccia della Terra  tutto ciò che è negativo, vedete la pioggia lavarla, sentite il canto degli uccelli.
Non chiederete nulla in cambio, l’unico desiderio che proverete durante  la meditazione è quello della pace e dell’armonia nel mondo. Non abbiate paura di dare la vostra energia - ritornerà a voi, ma sotto una nuova forma.

Questo programma  può essere condiviso senza limitazioni. 
Più persone augureranno pace e prosperità al nostro pianeta e più forte sarà la loro positiva influenza sul  nostro mondo.
Condividete questa meditazione con una persona e domani sul vostro viso  apparirà un sorriso.
Condividetela con due persone, e  nella vostra vita succederà qualcosa di positivo.
Condividete questa meditazione con cinque persone, e vedrete che il mondo sarà migliore.



Ci sembra  di non potere fare nulla. Tutto in realtà dipende dai nostri pensieri. Date al mondo un granello della vostra bontà, vedrete che cambierà".