Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 22 agosto 2014

LO STARGATE E LA MEDITAZIONE GALATTICA



Continuo a tradurre gli straordinari scritti di Lenni Rossolovski che spiegano il suo vivere diverso e la sua scelta di dedicarsi allo studio del suoni e delle frequenze,   che si traduce nella creazione dei magnifici programmi per meditare. 


STARGATE

Avevo letto il libro di Levashov, diceva che sul territorio della Siberia  vivesse una civiltà altamente sviluppata, che possedeva uno Stargate...  andava e veniva  dove voleva in un lampo. Io penso che sia la verità, perché la maggioranza della fantascienza non è altro che il ricordo del passato – non siamo in grado di inventare qualcosa di nuovo.
Perché io lo penso? Perché da bambino immaginavo molto chiaramente questo Portale situato dentro una piramide (non molto grande); ci entravo ed ero subito  nell’altro mondo.
Come mai sapevo che  fosse un altro mondo? Perché c’era un sole diverso, giallo ma un po’ compresso; c’erano alberi diversi, un’atmosfera diversa... tutto diverso, non come da noi.

Per questo motivo l’idea mi è piaciuta; avevo viaggiato molto con l’idea  di trovare il passaggio in un altro mondo. Non so perché, ma questo mondo non fa per me.  Non che sia brutto e cattivo, no, solo che il mio subconscio sa che esistono mondi migliori dove si svolge una vita migliore della nostra, e più interessante.  Da bambino  ero capace  di vederli, e mi piacciono di più. 

Sono sicuro: se mi si fosse aperto un tale passaggio non ci avrei pensato un secondo. Me ne andrei, e basta.
Ecco perché per  anni ero stato interessato  alla ricerca, e a come trovare il Portale... ero andato persino in Perù...  avevo provato molte strane sensazioni, ma  non ho trovato nessun Stargate.

Forse è vero che la nostra Terra è in quarantena: il collegamento con altri mondi è bloccato, e forse a causa dell’esistenza sul nostro pianeta del virus del Male.
Per impedire la sua diffusione le forse superiori  hanno bloccato la possibilità del passaggio.

Ma sono sicuro: lo Stargate esiste. Lo so e lo sento. E so che ci ero già passato, attraverso lo Stargate. Ne sono sicuro.
Molte cose sono da noi nascoste.
Stanno cercando di convincerci  che  la felicità sta nell’acquistare una nuova auto o una nuova lavatrice. Non ci credo. Se siamo mortali, a che serve accumulare i beni qui? Occorre fare di tutto per accumularli DI LA’, e non sono stato io il primo che l’ha detto. Il materialismo imperante nel nostro mondo è primitivo, pensano che siamo dei biorobot senza cervello...

Se immaginiamo che al di fuori del nostro mondo non c’è nulla, allora è meglio impiccarsi subito: senza il componente trascendentale la vita non ha senso.

A volte mi siedo e immagino un altro pianeta, e la tristezza mi invade.
Ho una sensazione di trovarmi molto lontano da casa. Certo, è probabile  che sia solo la mia immaginazione, o che io sia semplicemente matto.  Ma davvero, perché penso spesso  di  vivere qui per puro caso? Di essere stato mandato qui per caso?
E se fosse così? Chi è capace di provarmi il contrario?
Non siamo liberi:  non scegliamo luogo e la data di nascita; non scegliamo la famiglia dove ci saranno insegnate le basi per vivere su questo pianeta. Non scegliamo la scuola. Scegliamo la nostra professione, si, ma da una lista ristretta, tra quelle che ci sono.
Nel senso, se io voglio  diventare specialista in forme di vita extraterrestri, non esiste l’università dove questo si insegna. Non vediamo nulla oltre la Terra.

Nel libro c’era anche scritto: “Quei popoli che vivevano in armonia  con i ritmi galattici sopravvissero, mentre coloro che ne fuggivano perirono”.
Cerco di pensare spesso alle stelle, agli altri pianeti. Mi rassicura questo. E l’animo diventa sereno.

E se fosse vero? Siamo in quarantena? Siamo isolati dagli altri mondi? Ci stiamo cuocendo nel nostro stesso sugo?

Si deve pensare solo dell’Eternità – tutto il resto non ha alcun senso. 

 
LA TECNICA DELLA MEDITAZIONE GALATTICA DI LENNI ROSSOLOVSKI

Questa meditazione richiede un certo impegno. Ma è bellissima così com’è stata pensata. Credo che gli insegnamenti di Lenni siano da condividere e penso che raccoglierò i suoi articoli che ho tradotto e i suoi programmi precedentemente pubblicati e li metterò nei file del gruppo.
------------------------------------------------------------------------------------------

Nella vita quotidiana siamo sempre impegnati a risolvere i vari problemi e la maggioranza di noi non ha tempo per fermarsi e unirsi all’Eternità, per scoprire un’altra realtà. Ma si può farlo in pochi minuti, e qualsiasi persona potrebbe farlo senza nessuna preparazione. Servendovi di questa semplice tecnica potrete  toccare un’altra realtà.
Siamo chiusi nel guscio del nostro egoismo, siamo troppo occupati del nostro essere e dei nostri problemi. LA MEDITAZIONE GALATTICA  E’ IL MODO PER RIPOSARE DI NOI STESSI.

Sedetevi comodi, chiudendo gli occhi.  Respirate con calma. Concentratevi sulla respirazione, tutta la vostra attenzione sia concentrata sulla respirazione. Dopo esservi rilassati,  immaginate di cominciare a salire in alto.
State ascendendo sempre più in alto, siete già a un centinaio di metri dalla Terra, a un chilometro, a due, a tre chilometri, e vedete la Terra come un bel globo sotto i vostri piedi. 
Vedete una piattaforma lassù, galleggia nello spazio aspettandovi. Al posto della piattaforma potete immaginare una sfera, una navicella spaziale, qualsiasi cosa che vi suggerisce la vostra immaginazione. E’ un mondo protetto e lì state bene. Vi sedete su questa piattaforma, a diverse centinaia di chilometri dalla Terra e state galleggiando nel Cosmo.

Ora dimenticate chi siete  e come vi chiamate. Se ora vi chiedessero chi siete e com’è il vostro nome, avreste difficoltà di rispondere. Cercate di convincervene.  E’ molto importante perché il vostro nome vi collega con la Terra e con quel mondo dove vivete. Per un pò di tempo, dimenticatelo.

Cominciate a sentire calore nella zona del plesso solare. Sentite un fuoco debole, molto piacevole, vi riscalda dall’interno. Concentratevi su di esso per alcuni minuti e seguite il vostro respiro (è molto importante). Tutta la vostra attenzione è concentrata sul respiro e su come questo è connesso con il punto caldo dentro di voi.

Ritornate alla sfera luminosa che si trova nel vostro plesso solare.


Tendete mentalmente un filo sottile da questa sfera verso il Sole. Ora non siete più isolati: il vostro respiro è collegato a questo filo; vedete le sue pulsazioni, vedete come corre verso di voi l’energia solare, vi state scambiando l’energia con il Sole.
Dentro questo filo si vedono chiaramente due correnti: quello più scuro esce da voi e va verso il sole, e verso di voi ritorna l’energia pulita, solare.
La quantità di questa energia solare aumenta, dovete condividerla.

Tendete mentalmente altri fili: verso la Luna, il Marte, il Giove; ancora un secondo, e tutti i pianeti sono collegati a voi  tramite questi fili.
L’ultimo vi collega con la Terra.
Non è un semplice filo; scendendo  verso la Terra, si dirama in milioni di altri fili, che vanno verso gli altri esseri viventi  che abitano il nostro pianeta. Vedete che il globo terrestre è coperto d milioni e miliardi di questi fili che poi si uniscono in uno solo, quello che  si trova dentro di vi ed esce dalla sfera calda nel vostro plesso solare.

Fate un'altra pausa. Concentratevi di nuovo sulla respirazione, continuando a tenere i fili che escono dal profondo del vostro corpo. Lungo i fili scorre l’energia e voi siete il centro di questo processo. I fili possono essere di colore diverso.

Ora passiamo alla cosa più importante, alla liberazione dal vostro IO.
L’energia che passa dentro di voi aumenta, vi scalda sempre di più. La sfera dentro di voi cresce, vi riempie completamente assumendo i lineamenti del vostro corpo. Ha un piacevole colore azzurro. Il vostro corpo è piacevolmente caldo.
Ora vedetevi coperti di una CROSTA d’argilla: è la vostra vita terrena, tutto ciò che si è incrostato sulla vostra anima in questi anni terrestri.
Sono le vostre sofferenze, problemi, il vostro nome terrestre ed altro. E’ una crosta dura e ruvida. Dovete liberarvene. Immaginate come si riscalda e si copre di fessure, attraverso le quali si vede la luce azzurra.
Le crepe si allargano ed ecco!

La crosta comincia a  rompersi e i suoi pezzi se ne vanno nello spazio. E’ un processo molto lento. Seguite il respiro e vedete la crosta staccarsi e volare via. Dopo alcuni minuti (non abbiate fretta, questo può durare un minuto, due, ma anche venti minuti) vi libererete completamente di tutto, dimenticando il vostro nome e tutte le cose terrene.

Ora siete uno SPIRITO PURO, libero e pulsante, collegato con decine di fili con i pianeti del sistema solare.
E ora ci aspetta la cosa più bella – il viaggio verso il centro della Galassia - ma farete questo passo solo quando comincerete a trattenere facilmente questa immagine e sarete liberi dalle tensioni.

Guardate con gli occhi della mente il centro della nostra Galassia. Immaginate questo centro e tendete verso di esso un filo, di colore diverso dagli altri colori. Ora siete tutt’UNO con  il mondo che vi circonda. Lungo questo filo a voi arriveranno le conoscenze e l’informazione su tutto ciò che succede nell’Universo.

Avvertite l’energia che vi riempie.  La  vostra piattaforma comincia a muoversi - siete voi che la guidate. Andate avanti e indietro, a destra e a sinistra. Cercate di trattenere tutti i vostri fili.

E ora... via! Su!  Volate, fate un giro per il sistema solare. Quando  sentirete la gioia che vi darà il viaggio, tornatevene sull’orbita terrestre. Mantenendo il sentimento della vera felicità, scendete  sulla Terra, tornate nella vostra stanza. Aprite gli occhi e guardate intorno.

E ora – importante – ora che siete tornati alle vostre occupazioni, non staccatevi dai vostri fili. Di tanto in tanto sentite che i vostri collegamenti sono con voi. In qualsiasi momento potrete avvertire la vostra connessione con la Galassia.

Ora che state facendo le solite cose, immaginate ogni tanto che sull’orbita terrestre vi aspetta  questa piattaforma comoda, confortevole, eterna. Potere  tornarci quando volete, unirsi con il Cosmo e viaggiare verso altro Mondi.
Dei viaggi verso  altri mondi vi racconterò dopo...


martedì 19 agosto 2014

I MAESTRI RUSSI HANNO DETTO: MAXIM PAVLOV




"..Curare lo Spazio.

Ho trovato questa frase da uno die miei amici del web. Curare lo spazio. E' ciò che serve ora, ciò che deve fare colui che è in grado. Conservare nello spazio della coscienza umana quelle energie che possono entrare in risonanza con i livelli ALTI - da dove (e soltanto da lì) - può provenire la guarigione.
Sono rimasti pochi coloro che mantengono calma e serenità, e quindi, sono in grado di cambiare realmente qualcosa in loro e nel mondo. Ora è il momento di unire gli sforzi e mantenere le frequenze alte. Chi sta lontano dagli scenari dei conflitti militari, è avvantaggiato, ma lo devono fare anche coloro che sono coinvolti."


"Nulla sparisce, nulla si cancella nel continuum del mondo. Tutto ciò che abbiamo fatto può essere letto e fatto apparire in superficie. Lo può fare colui che accede all'informazione sottile.
Quindi, la parola "segreto" è un'illusione. Esiste solo grazie alla limitatezza del nostro accesso all'informazione, alla pochezza della nostra coscienza.
Il segreto è un qualcosa di nascosto soltanto dal livello della coscienza umano, come dal giudizio umano. Non è mai nascosto dal campo informazionale universale, né dalla vista dei consapevoli.
E' inutile mentire davanti ai consapevoli."

"... Se non la pulisci, la casa si coprirà di polvere. Arriva non si sa di dove, anche se in casa non abita nessuno. Si deposita sugli oggetti e dopo un pò di tempo s'indurisce; gli oggetti coperti di polvere si rovinano e smettono di servire allo scopo per il quale sono stati fatti.
Avviene lo stesso con le energie.
Tutto ciò che cade dalle mani e non viene raccolto, tutto ciò che è stato sppstato e non rimesso a posto un una casa o in un'Anima, fa sì che l'esistenza si rovini e smetta di seguire il suo cammino."


lunedì 18 agosto 2014

"VI RACCONTO IL PIU' IMPORTANTE SEGRETO GALATTICO"




dal Blog di Lenni Rossolovski (19.11.09)


Nota: avevo già pubblicato  vari articoli del mio maestro Lenni Rossolovski, e in particolare quello dove lui racconta del suo cammino spirituale. Questo brano tradotto dal suo blog spiega ancora meglio la sua personalità e il suo modo di vivere la vita.  Si può predicare  la via della rinuncia per gli altri continuando ad accumulare ricchezze, e si può scegliere davvero una strada diversa. Lenni anni fa aveva abbandonato molte cose che ci tengo ancorati ad una casa, ad un lavoro, ad un certo benessere, ha scelto anche l'esperienza dell'emigrazione come esperienza spirituale, per conoscere altre mentalità. 
E' pronto a condividere le sue conoscenze, a dare, e soprattutto, a fare da guida in un mondo  di frequenze che ci sintonizzano sulle realtà dello spirito e su quelle del nostro Pianeta.
................................................................................. 

Da sempre l’uomo si chiede: qual è il senso della vita, come viverla, come realizzarsi, come raggiungere la felicità... Siamo già abituati a non aspettare delle risposte a queste domande, pensiamo che i misteri dell’Universo rimarranno tali. Ma non è vero: capire il senso della vita e realizzare se stessi nella vita è possibile, e anche oggi. 
Vorrei raccontarvi dell’esperienza  sulla percezione alternativa della vita.

La prima cosa che serve è sentirsi una parte dell’Infinità. 

Fermatevi un attimo e pensate a voi stessi come ad un abitante non della Terra ma della Galassia, siete una sua parte e siete fatti della sua stessa sostanza. Sentitevi fisicamente una parte dell’Universo. Dopo di che stendete dei fili immaginari: partono dal vostro corpo verso tutti i pianeti del sistema solare e verso il  centro della Galassia. Non appena lo farete, sarete liberi dalla prigionia del vostro corpo.
La maggioranza dei problemi dell’umanità sta nella sua provincialità: non riusciamo a vedere più  lontano del pianeta. La nostra civiltà  non si ricorda più di essere parte dell’Universo. Ciò era ovvio per gli antichi maya è stato dimenticato da noi odierni.

Il nuovo è il vecchio dimenticato.
Il tempo. Il tempo è il ritmo. Dopo esservi sentito parte dell’Universo, dovete cominciare a vivere in armonia con i ritmi cosmici. L’umanità prima lo sapeva (la preghiera di un monaco non è altro che la sintonizzazione sui ritmi  celestiali (cosmici). Pensate: vicino al nostro pianeta viaggiano decine di  corpi celesti, e ognuno possiede il proprio ritmo. Anche una persona distante dalla fisica capirà che stando qui, noi risentiamo i ritmi del movimento del Sole, della Luna, dei pianeti. 
Poi,  aggiungete i ritmi  nascosti ma ancora più potenti – quelli delle galassie (della nostra e di quelle vicine). E ancora: ci sono i ritmi del continente, del paese, della regione, della città e anche del singolo appartamento. 
Chi viaggia sa: in ogni luogo del mondo la percezione della vita cambia, la coscienza  subisce l’influenza dei ritmi locali. 

Come sincronizzare la coscienza con il mondo? Esiste un modo certo e accessibile a tutti per sincronizzare la coscienza  sulle frequenze dell’Universo? 
Si. Gli scienziati hanno stabilito che, indipendentemente dalle tradizioni religiose o spirituali, la frequenza del cervello dei guaritori, dei credenti, dei sensitivi, degli sciamani, durante la seduta o durante la preghiera si sincronizza sulla frequenza di Schumann.
Accordandovi con questo ritmo, acquisterete l’armonia nel mondo  che vi circonda e potrete anche ricevere le conoscenze direttamente dallo spazio. 

Quando comincerete a ricevere queste conoscenze, capirete presto che è difficile, se non impossibile esprimerle. Si tratta delle conoscenze “ermetiche”  che contengono l’informazione di certi ritmi indescrivibili. Soltanto riproducendo un certo ritmo si potrebbe trasmettere tale informazione; le parole qui sono inutili. 

E’ proprio per questo all’improvviso una canzone diventa un mega heat oppure un libro diventa bestseller mondiale: non si tratta  del senso logico di un testo; si tratta del suo componente vibrazionale  (ritmo). Proprio questo ritmo contiene  una verità  che non può essere trasmessa verbalmente. 

Rinunciando  alla percezione logica,  scoprirete un’altra realtà – il mondo della conoscenze vere.
Sintonizzando la vostra coscienza sul ritmo cosmico comincerete ad orientarvi in un’altra realtà: imparerete a capirla e a realizzarla nel mondo. D’un tratto capirete le cose molto semplici. Questo significa che dopo esservi percepiti una particella del grande mondo vi libererete dalla paura della morte. Capirete che il mondo non può annientare se stesso.

Abbiamo paura della morte perché  ci contrapponiamo al mondo. Solo rinunciando a questa contrapposizione si vince la morte.
Capirete anche che ogni essere cosciente possiede un compito.
Capirete che dare, regalare, aiutare gli altri è un modo per apportare l’armonia cosmica nel nostro piccolo mondo terrestre.
E’ questo il senso della vita: diventare conduttore delle conoscenze supreme.
Per questo noi nasciamo nel mondo; per eseguire questo compito non facile ma interessante.

Purtroppo, per la maggioranza degli umani questo rimarrà un mistero irrisolto. Accumulando più ricchezze l’uomo diventa sempre più infelice. La causa? Sta nella materializzazione della spiritualità, il che contraddice le leggi dell’Universo. La materia è un derivato dallo spirito, si può trasformare lo spirito in materia soltanto per moltiplicare lo spirito, e nemmeno questo può essere l’ultima finalità.
Provando una fugace soddisfazione  per aver posseduto una ricchezza, una persona inizia a inseguire questa sensazione, ed è condannata a non riuscire mai a riempire se stessa.  Chi apporta la disarmonia nel mondo, soffre di più. Il senso della vita sta nel contrario, e questa saggezza antica e ben espressa nel comandamento cristiano: dare via le tue ricchezze e avrai un tesoro in Cielo.  Ma a essere sinceri, solo pochissimi sono capaci di capire questa semplice (dal punto di vista galattico) verità.

E poi succederanno altre cose interessanti. Quando  sintonizzerete i vostri ritmi su quelli cosmici, vi accorgerete che le persone cominceranno a cercarvi e le vostre relazioni con il mondo diventeranno più sincere, più complete. 
E infine capirete un‘altra cosa importante:  cambiando la vostra coscienza avrete cambiato il mondo; facendolo diventare più buono: avrete trasmesso l’informazione ricevuta dal profondo del cosmo non in forma verbale ma sotto forma delle vibrazioni sottili. 
E questo,  dopo essersi diluito nel mondo, ritornerà da voi: sarete più felici.
Non importa quello che state facendo, ma la vostra attività lo risentirà. Costruite una casa, scrivete un articolo, giocate con un bambino; in un certo senso, ogni vostro passo diventerà sacro, come lo sarà ogni vostra azione.  
La sacralità è una cosa molto semplice.  Significa diventare la guida  negli scambi tra un mondo e altro. Ognuno di voi potrà diventare un po’ Dio, un messaggero della spiritualità.  E qui che troverete la vostra felicità.

La cosa più importante è capire  che il senso profondo sta non nelle parole ma nei ritmi che queste parole esprimono. Anche il senso di questo articolo, non sta nel suo significato in parole, sta nei suoi ritmi. Per questo potrete essere d’accordo o contestarlo quanto volete: il suo senso profondo non cambierà. Questo senso esiste in un’altra realtà che non c’entra con la logica del nostro mondo. Ricordatevelo: la felicità, l’armonia, la bontà sono accanto a noi, basta tendere la mano e ci sarà dato. 

E ora vi scoprirò il segreto galattico più importante: non cercate di cambiare questo mondo con un attacco frontale, questo porterà all’aumento della sofferenza.  Cambiate il vostro mondo interiore, la vostra coscienza, è l’unico modo per cambiare anche il mondo. Una rivoluzione esteriore non risolve nulla, lo farà soltanto una rivoluzione della coscienza.
Cambiando voi stessi avrete cambiato il mondo.

Buona fortuna!
Con sincerità, Lenni


sabato 9 agosto 2014

l'ISTRUZIONE PER CHI NON HA CAPITO DOVE SI TROVA.



....venendo al mondo non abbiamo ricevuto nessuna istruzione. Ma se l'avessimo ricevuta, sarebbe così:

1. Riceverai i 7 corpi diversi e dovrai svilupparli. Vivrai contemporaneamente nelle dimensioni diverse. Tutto il mondo sarà dentro di te.
2. Dovrai fare una scuola dal nome "Vita", sul pianeta Terra. Ogni persona e ogni avvenimento saranno i tuoi Maestri.
3. Non esistono errori, esistono solo lezioni. Gli insuccessi sono una parte integrante del successo. Non ci sono vittime, ci sono studenti.
4. Una lezione sarà ripetuta in forme diverse finché non l'imparerai bene. Se non riuscirai a imparare lezioni facili, riceverai quelle più difficili.
5. I problemi esterni sono uno specchio del tuo stato interiore. Cambiando il tuo mondo interiore cambierai anche il mondo esterno. il dolore è il mezzo che l'Universo usa per attirare la tua attenzione.
6. Capirai di aver imparato una lezione quando cambierai il tuo comportamento. La saggezza si acquista con l'esperienza. Meglio avere poco ma "qualcosa" piuttosto che avere molto "niente".
7. Non esiste un posto migliore di "qui"."Di là" non sarà meglio. Anche quando il tuo "di là" diventerà il tuo "qui", ci sarà un altro "di là" che ti sembrerà migliore.
8. Gli altri sono il tuo specchio.
9. La vita prepara una cornice, ma il quadro lo dipingi tu. Se non ti prendi questa responsabilità, lo dipingeranno gli altri al posto tuo.
10. Riceverai tutto ciò che vorrai. Inconsciamente capirai quanta energia e per che cosa dovrai spendere, e quali persone dovrai attirare nella tua orbita; quindi, l'unico modo di capire quello che vuoi è esaminare ciò che hai già.
11. Agisci nel miglior modo possibile in base alle tue possibilità.
12. Tutte le risposte sono dentro di te. Sai più di quello che c'è scritto nei libri. Tutto ciò che devi fare è guardare dentro di te, ascoltare te stesso e aver fiducia in te stesso.
13. Dimenticherai tutto questo.
14. Ricorderai questo quando vorrai farlo.

domenica 3 agosto 2014

MEDITAZIONE PER LA PACE DEL MONDO. CERCHIAMO DI FARE QUALCOSA, NEL NOSTRO PICCOLO






.....Molti di noi non si rendono conto quanto siamo mal messi, come l’umanità. I media non informano o peggio, disinformano. Ora come non mai.... Mentre siamo qui a  girovagare sul web ci sono paesi e nazioni  dove si compiono massacri in nome di questa o quell’altra cosa (una spiegazione si trova sempre, ma spesso non ce la danno nemmeno; fanno e basta). L’Ucraina e la Palestina ora sono i  punti più  esposti, capaci di diventare la miccia dell’ultima guerra mondiale. L’Ucraina, come non mai.

Una volta il pensiero stesso di una guerra atomica era impensabile, ora  lo è. E ci stanno preparando.  A volte non vediamo nulla volontariamente, convinti che non possiamo fare nulla. 
Invece dobbiamo fare qualcosa, per fermare l’avanzata del NWO che potrebbe sorgere sulle rovine radioattive dell’umanità miseramente fallita, vittima della propria pigrizia e della propria  ignoranza.
Ieri una iscritta sul gruppo Fb  mi  ha  chiesto se possiamo fare qualcosa, magari di radionico. Ha scritto: ...per dare amore e armonia a tutto il genere umano .Sappiamo quanto sia potente il pensiero positivo mirato e gli ologrammi condivisi da più persone o anime.

Ci sono vari metodi per fare qualcosa. Come i protocolli specifici.
Il metodo più semplice è la meditazione.
Ho guardato diverse fonti russe;  sono moltissimi gli appelli alla meditazione per la pace.  Molti si organizzano, sul web, per meditare.

Come farlo?
- Basta dedicare  alla meditazione da un quarto d’ora ad una mezz’ora. Sempre alla stessa ora.
- Ottimo se lo fate in contemporanea alla MEDITAZIONE MONDIALE, ORE 23.11 IN ITALIA, di domenica.
- Non serve assumere la posa del loto.
- Mettetevi comodi, espirate tre volte, per rilassarsi. Chiudete gli occhi,.
- Fate passare un’onda di rilassamento dal cuoio capelluto fino ai piedi e alle dita della mani.
- Concentratevi sul chakra del cuore. I suoi colori sono il rosa e il verde.
- Immaginate che la Madre di Dio (la Grande Dea) vi mandi un raggio d’amore rosa. Riempitevi di onde d’amore e di beatitudine. À - Fatto.Ora sarete pronti a condividere questa energia.
- Partite dal proprio palazzo: l’onda rosa copre il vostro palazzo e riempie i cuori dei suoi abitanti,
- Poi, la vostra via.
- La vostra città.
- Tutto il paese.
- Tutta la Terra.
- Mandiamo la benedizione a tutti, chiediamo alle Forze Superiori di far fermare la guerra in Ucraina, in Palestina e in tutti i posti dove si uccide per gli interessi che non hanno nulla di umano.
- Chiedete di alzare le vibrazioni delle persone  che si prestano come le marionette al  gioco di chi vuole la fine dell’umanità per guadagnarci.
- Immaginate i terresti, di tutte le razze, con le mani alzate in su, sorridenti, grati all’Universo per l’amore che hanno ricevuto


- Estendete l’onda d’Amore su tutto l’Universo.
Aprite gli occhi e ringraziate le Forze Superiori per avervi aiutato.