Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 18 luglio 2014

"LA FATTORIA". UN SAGGIO SULLE VIBRAZIONI UMANE DI MAXIM MONIN




Propongo il saggio di un blogger esoterico-scientifico russo, Maxim Monin, quanto mai attuale adesso, all'epoca della "rana bollita" (ricordate Noam Chomsky?)

L'ho tradotto con poche abbreviazioni.





Diciamo che delle entità negative  vivono nelle altre dimensioni e si nutrono di un certo tipo di energia. Come dovrebbero procurarsela?
La soluzione più semplice è fare i parassiti, spingendo delle altre entità a generare l’energia  per il proprio nutrimento.
Ma dal punto di vista globale, è più facile costruire una FATTORIA con i donatori di energia, e farla funzionare. Si tratta dell’energia mentale, dell’energia della coscienza.

La coscienza di qualsiasi essere vivente è un generatore che produce una banda di frequenze. LA COSCIENZA VIBRA. La banda di frequenze dipende dagli avvenimenti esterni e dal lavoro della coscienza stessa.
Le emozioni negative generano le vibrazioni basse;  le emozioni possono persino essere misurate  in Hertz.
Ma mi sembra che la cosa sia più complicata. Quali sono  le vibrazioni di una risata, di un orgasmo?.....
Inoltre, le vibrazioni della coscienza non sempre si accompagnano dalle emozioni. 
Le vibrazioni della coscienza esistono sempre, e cambiano a secondo del pensiero.
I santi hanno una corona di luce sopra la testa: così si  vedono le vibrazioni ad alta frequenza...nella banda visibile.

Ho fatto qualche esperimento  con le vibrazioni: mi sembra che L’AMPIEZZA SIA COLLEGATA ALLA FREQUENZA: più si vede e più la frequenza è bassa; le basse vibrazioni hanno una grande ampiezza e bassa frequenza.

Il contrario succede per le vibrazioni alte.
In altre parole: tutte le emozioni “a scoppio” sono delle vibrazioni basse della coscienza, trasmesse al livello del corpo, e la forza dei movimenti del corpo è collegata direttamente alla forza della coscienza fuori controllo.
Perciò, mi sembra che le emozioni come una fragorosa risata possiedano  una componente vibrazionale simile alle emozioni dell’ira. L’orgasmo è un’esplosione di vibrazioni basse mascherata dall’estasi di tutto il sistema nervoso.
In generale, molte perdite sono MASCHERATE come  godimenti. Così diventano ATTRAENTI.

A parte il lavoro di mantenimento delle principali funzioni vitali, il corpo vibra in diverse sue parti, e si può vederlo nei momenti del pieno rilassamento. La corrente dell’energia che corre lungo il corpo si blocca da qualche parte, e allora il corpo vibra.
A dire il vero, ve ne accorgete soltanto perché  nei momenti di relax/calma la frequenza delle vibrazioni della coscienza  cresce e il flusso energetico che attraversa il corpo si trova ancora in altra frequenza, finché non ritorni nello stato di rilassamento.

Il rilassamento, la calma sono le tecniche per spostare le vibrazioni sulle frequenza più alte. Ma non fino all’infinito; ognuno ha le proprie soglie minime e massime.
Come allargare la banda delle vibrazioni, oltrepassando la sua soglia massima?
Uno dei fattori è L’APERTURA, LA CAPACITÀ DI PERCEPIRE LE VIBRAZIONI ESTERNE. Uomo possiede un sistema di chakra, è una sorta di strumento musicale che suona su certe vibrazioni, ma può essere accordato, migliorato.

E ognuno  ha i propri punti deboli, ovvero le corde che, una volta azionate, sono capaci di provocare delle reazioni. Queste reazioni sono collegate all’incapacità di accettare qualcosa,  provocando una risonanza a basse vibrazioni. Più corde simili ci sono, più è facile  sbilanciare  una persona...
LE FISSAZIONI E LE ATTESE.
Qualsiasi attesa è simile ad una corda  tesa e trattenuta. A volte diventa ancora più tesa (se il desiderio cresce). Di tanto in tanto la corda viene rilasciata, dopo di che arriva una vibrazione di grande forza e ampiezza.
Se lasciate andare le attese accettando gli avvenimenti,  tutto ciò non succede, la coscienza non salterà in un’altra banda.

L’ORGANIZZAZIONE DELLA FATTORIA

La fattoria deve essere multipurpose, includendo tutte le sfere. E ‘ auspicabile che la fattoria venga  gestita dalle persone stesse, senza le spese energetiche per una gestione esterna.

Uno dei fattori principali è la LIMITAZIONE DELLA CONOSCENZA. Una vera conoscenza permette di capire il funzionamento dell’Universo e di accordarsi con esso.
Invece, si propone una somma delle conoscenze fasulle, un’incomprensione e la paura che ne è generata.
Per far funzionare la fattoria occorre controllare e sviluppare la scienza secondo le direttive adottate.  Si può semplicemente eliminare fisicamente tutti i portatori delle conoscenze vere, così come aveva fatto l’inquisizione.
E occorre limitare GENETICAMENTE le capacità di pensare e di riflettere.
Uno dei mezzi  è LA CHIUSURA DEL CANALE CHE COLLEGA CON IL SÉ SUPERIORE, per minimizzare l’afflusso diretto delle conoscenze.
Si è lavorato sul DNA, spezzando alcuni suoi rametti e modificando alcuni cromosomi. Inoltre, sono stati rafforzati alcuni elementi, tipo “il nodo della gelosia/invidia” e, al livello dei programmi primari, agli uomini fu inserito “l’istinto sessuale insaziabile”, mentre  le donne spesso possiedono “l’insaziabilità nel piano materiale”. 
I programmi primari sono difficilissimi da correggere.

Se la scienza non può essere fermata, allora è bene che vada su un BINARIO FALSO. Tipo, la difesa delle teorie come quella di relatività di Einstein.
Mentre le tecnologie come elettronica  sono molto comode perché permettono  di realizzare  il sistema dei mass media sotto controllo, TV, radio, o di creare  la rete mobile/wi-fi e altro che nuoce alla salute.
Il sistema dell’istruzione  deve fornire quelle conoscenze che sosterranno il sistema.


Un altro passo è la creazione di un SISTEMA DI DISUGUAGLIANZA tra gli uomini.

Si chiama la “civilizzazione”.  Significa  passare dallo stato  della vita in armonia con la natura allo stato del controllo sulla natura, al controllo sulla distribuzione,  al concetto della proprietà. Si introducono i soldi  come strumento dello sfruttamento del lavoro altrui, di controllo.

Il 90% della popolazione va tenuto allo stato DI SEMI-POVERTÀ. Solo allora  le persone si troveranno a dipendere totalmente dai fattori che devono mettere i paletti.
E allo stesso tempo avranno delle illusioni di avere qualcosa e la paura di perdere ciò che si hanno.
Gli altri saranno illusi dalla prospettiva di fare carriera e di accedere ai beni che potranno distribuire comandando i poveri. 
Il tutto sarà totalmente controllato da un potere gerarchico. Insomma, agli uni saranno assicurate le sofferenze, e agli altri la lotta con i propri simili. 
Servono gli strumenti di potere: l’esercito, la polizia, la finanza...



La società va tenuta insieme in nome di un nemico esterno o interno da combattere. L’energia della paura/estasi per via delle uccisioni dei suoi simili è un ottimo rifornimento di energia. Inoltre, le guerre azzerano l’accumulo dei beni e fanno ricominciare tutto daccapo.

La lotta interna si traduce nell’aderenza ai partiti/leader/religioni; e non importa che ideali questi propongono, l’importante è  educare a odiare gli ideali degli altri.
Occorre indebolire la popolazione,  agendo sulla  forza della volontà e coltivando il senso di dolore.

Si fa così. Primo:  creare un sistema INSANO di alimentazione e della vita in generale. Offrendo le culture  da coltivare che l’organismo difficilmente potrà trasformar e depositerà ciò che è indigesto come rifiuti inorganici (malattie). 
Secondo:  creare la scienza medica capace di ILLUDERE di poter guarire, lottando contro i sintomi e non contro e cause.

MOLTIPLICATEVI!
Significa la stimolazione della quantità delle coscienze (generatori di energia) + lo scarico dell’energia sessuale.

Bisogna  dipingere nelle menti della gente le scene improbabili basate sull’immersione nella materialità e nel possesso dei beni, stimolare il desiderio di possedere e limitare le possibilità di averle.
Si finanziano soltanto quei programmi che sostengono il sistema delle limitazioni, accrescendo il numero dei desideri irrealizzati.

Un altro elemento in aiuto è il sistema dei GIOCHI D’AZZARDO, computer games, e anche il sistema delle tifoserie.



La TV va riempita di notizie terribili, di film con scene di violenza. Simpatizzando ai protagonisti, ai loro drammi e o alle loro gioie, lo spettatore deve desiderare di  cambiare la propria vita. Il sistema dei programmi di divertimento  deve estrarre un mucchio di risate, mostrando il comportamento stupido.
La musica... qui sono preferibili le ottave basse, la gente deve entrare in risonanza con le FREQUENZE BASSE....

E poi la vita va organizzata secondo la CONSUETUDINE. Alzarsi presto, andare a lavorare /a studiare secondo gli orari. Questo crea nuove limitazioni, e distrugge i ritmi naturali.

E’ una scelta individuale – irradiare la paura o l’amore.

Dipende solo da noi che tipo di vibrazioni  butteremo nell’ambiente. La questione della “mungitura” è molto semplice: finché c’è il latte ci saranno i suoi consumatori, le entità che lo vorranno, e ci saranno le “fattorie”. Il cambiamento dello sfondo generale delle vibrazioni comporterà o la loro incapacità di nutrirsi, oppure il passagio sulle frequenze più alte.

LA PAURA ALIMENTA LA PAURA, E L’AMORE ALIMENTA L’AMORE.

sabato 12 luglio 2014

POLTERGEIST E LE FORME-IMMAGINI


Anche nella radionica e nelle cure "sottili" è presente il concetto  delle forme-pensiero. Molto meno si parla delle forme-immagini. 


Ho tradotto e riassunto l’articolo di Igor Voloznev sull'argomento che interessa molti.

E’ stato notato che qualche volta i poltergeist si accompagnano dall’apparizione dei fantasmi.  A volte li vedono le persone, altre volte li registrano gli strumenti; spesso  si tratta dell’immagine di una persona che in quel momento non c’era in quella stanza, o di un borbottio, dei passi, dei sospiri.
La loro natura non è ancora chiara, ma si suppone che queste entità astrali siano create dalle persone stesse.  Una volta create, continuano a vivere, restando collegati a chi li ha creati.

Nel 1970 l’accademico A.F. Ohatrin  aveva proposto la teoria dei micro leptoni (particelle subatomiche elementari, molto  deboli) dei quali, secondo lui, sono fatti i fantasmi.
Nel suo laboratorio furono fatti numerosi esperimenti  che prevedevano una creazione dei “cluster micro leptonici”: quando uno sperimentatore immaginava una persona, dalla sua aura si staccava una sostanza che imitava le sembianze umane.  Poteva spostarsi, aveva una vita propria. Tutto fu registrato dagli strumenti.

Senza accorgersene, le persone creano questi addensamenti energetici più volte ai giorno. Di regola, ciò avviene nei momenti dell’esplosione delle emozioni..
Più delle volte queste formazioni non hanno una forma definita, ma possono unirsi e formare una sostanza più grossa  oppure  dividersi. Passano attraverso i muri. Possiedono una certa coscienza, ma sono  prive dell’energia e spariscono rapidamente.

Per creare Poltergeist servono altre entità, servono delle forti forme-pensiero. Una forte forma-pensiero quasi sempre ha una sembianza umana  (forma-immagine) e  di solito viene creata da una persona che si trova sotto forte stress, nello stato di eccitazione nervosa,  oppure è fortemente concentrata.

Le forme-immagini sono invisibili, ma  alcune di loro possiedono una forte carica energetica e possono, per un breve lasso di tempo, apparire davanti ai nostri occhi. Del resto, sono da sempre create dai medium durante le sedute spiritiche o dai maghi nel corso dei rituali.  Le Forme-immagini hanno una “mente”  (non è paragonabile a quella umana), e sono sempre collegate alle persone che  danno loro vita e sono capaci di influenzare i loto creatori.



CHI STA BUSSANDO  ALLA MIA PORTA?



Ora si potrebbe affermare, con  molta convinzione, che i poltergeist possono  essere  originati dalle forme-immagini molto forti generati soprattutto dagli adolescenti. Di solito questi ragazzi hanno seri problemi psicologici (forti e prolungati stress, depressione, complessi nascosti). Alcune delle forme immagini potrebbero mostrarsi, di solito pochi giorni prima dello scoppio di un poltergeist.

Nel libro di I.Vinokurov “Terrore” dono descritti alcuni polterghiest ai quali  erano preceduti le apparizioni di strani sconosciuti.
In uno dei casi un “uomo” di sembianze  terrificanti aveva suonato alla porta di una casa; alla padrona di casa aveva detto di essersi sbagliato e se ne andò. La sera stessa in quell’appartamento scoppiò poltergeist.
In un altro caso nella finestra di una casa di campagna si era affacciato un uomo che sembrava uno zombie; gli abitanti erano precipitati fuori ma non hanno visto nulla;  sembrava impossibile che si fosse nascosto, la casa era isolata, in mezzo ad un prato. Il poltergeist iniziò due giorni dopo.
Le entità astrali che fanno la loro apparizione  per brevi periodi sono generate dalla fantasia degli adolescenti impregnata dai giochi virtuali, fumetti, film.. negli Stati Uniti  in una casa  dove era scoppiato il poltergeist alcune volte  si era mostrato un fantasma: un uomo  coperto da un’armatura medioevale.
Dopo era stato capito che il personaggio  era uscito da un gioco virtuale popolare all’epoca. Ovunque si trovavano le tracce di un colpo di spada; il ragazzo stesso fu spinto, buttato nell’aria, picchiato.
Le forme-immagini ereditano i particolari del carattere dei loro “genitori”, ma esagerati e abbruttiti.

SPAVENTANO PER SOPRAVVIVERE

Gli specialisti sottolineano un elemento di paura  sempre presente durante i poltergeist; si  suppone che le capacità sopranaturali siano dimostrati dai teenager con un solo scopo: spaventare e tenere le persone nella paura.
Secondo Walbrodt, le persone spaventate emanano delle sostanze energetiche; probabilmente, gli spiritelli rabbiosi sono interessate a queste.  Queste sostanze servono per vivere: per spaccare i piatti,  capovolgere gli armadi, incendiare case, far piovere i pesci e il sangue, e soprattutto per apparire  con le sembianze umane, serve tantissima energia.

A volte, per tirare fuori dalle persone questa sostanza,  gli “spiritelli” fanno pressione alla psiche umana.
Vinokurov nel suo libro racconta del suo pernottamento in una casa colpita da un  poltergeist. Era invaso da una paura terribile, che ad un certo punto era diventata talmente densa che  non era più possibile respirare. Secondo questo ricercatore, le presenze invisibili spremono la paura dalle persone come l’acqua da una spugna.

E’ stato anche notato che i poltergeist durano finche si ha paura di loro. Basta abitarsi  ai loro scherzi, o proteggersi, e l’energia se ne va, lasciando la presenza senza cibo e a bocca asciutta. Probabilmente, questa si divide poi in alcune entità più deboli che piano piano, lasciano l’ambiente.




lunedì 7 luglio 2014

INTERVISTA SULLA RADIONICA RUSSA



SONO STATA INTERVISTATA DA CECILIA MARTINO, GIORNALISTA E RICERCATRICE OLISTICA:
Quanti di voi hanno sentito parlare di Radionica esoterico-scientifica russa? Credo davvero pochi e il perché è presto detto: il termine è stato coniato nel 2012 dall’unica (almeno per il momento) divulgatrice in Italia di questo interessante argomento legato alla spiritualità russa e ad alcuni singolari metodi di guarigione basati sull’innovativo concetto di biocomputer umano. La pioniera si chiamaOlga Samarina, è nata a Rostov-sul-Don, in Russia meridionale ma risiede in Italia dal 1988. E’ operatrice radionica e ultimamente si sta prodigando a divulgare le scoperte di tale metodo attraverso il suo Blog e un gruppo Facebook. Ho deciso di intervistarla per dare voce a un’ulteriore modalità di Risveglio cui poter attingere, ciascuno secondo le proprie personali ispirazioni e propensioni, in nome dell’approccio olistico alla realtà e al benessere di cui io stessa sono fautrice.
Cosa racchiude il termine “radionica esoterico-scientifica russa” da te coniato?
Prima di tutto, che cos’è la radionica? E’ una straordinaria tecnica di riequilibrio energetico nata agli inizi del Novecento e oggi diffusa in tutto il mondo, malgrado se ne parli poco, anche perché il lavoro dell’operatore radionico è un lavoro introspettivo che richiede la solitudine e la concentrazione. La radionica come la conosciamo in Occidente è considerata un trattamento complementare che utilizza i circuiti grafici, le rate numeriche, i protocolli di moderni “sciamani” e i numerosi strumenti creati appositamente per focalizzare l’intento dell’operatore. I trattamenti vanno per ripetizioni, mentre l’operatore controlla periodicamente lo stato del paziente analizzando un suo campione (una foto, una ciocca di capelli), e correggendo i rimedi da inviare.  In Occidente è conosciuta la radionica franco-belga, la radionica anglo-americana, e poi quella “sciamanica” (Raymon Grace e scuole dell’America Centrale). In Russia, invece, si è formata una scuola radionica del tutto particolare. Prima di tutto, gli operatori russi non usano la parola stessa “radionica”, definendo il loro operato generalmente come “cure radiestesiche”. E’ così anche perché il principale strumento dell’operatore russo è il suo pendolo; escluse le macchine radioniche o circuiti universali. Un’altra caratteristica russa è la tendenza a dare una grande importanza alla spiritualità dell’operatore. La platea degli appassionati è piuttosto vasta. E’ difficile dire poi, se tutti ci riescono, ma l’idea stessa di poter guarire con l’aiuto della mente e dello spirito pervade moltissimi forum in rete. Anche qui, digitando le parole “forum dei guaritori” ho trovato 2 milioni di risultati. Davvero tanti! Dunque, le caratteristiche principali della radionica russa, a mio avviso, sono le seguenti:
1. Nasce e si sviluppa coniugando l’antica Spiritualità russa mirata all’evoluzione dell’Anima e dello Spirito in ciò che è chiamato il Sistema della Mente Suprema, e le scoperte d’avanguardia dei fisici quantistici, soprattutto russi. Per questo io definisco la radionica russa come “esoterico-scientifica”.
2. Non utilizza strumenti o macchine che generano frequenze o simili; il ruolo centrale spetta all’operatore strettamente collegato al proprio Sé Superiore (quest’ultimo fa parte del Sistema della Mente Suprema).
3. Mira alla guarigione definitiva scoprendo ed eliminando le cosiddette cause profonde delle malattie che sono di carattere energetico-informazionale e vanno a colpire la matrice profonda dell’uomo.
Sulla pagina del tuo gruppo Facebook scrivi: “Se cercate qualcosa nei cataloghi su questo argomento, non troverete nulla, perché i materiali che pubblico in questo gruppo, come pure quelli che pubblico nel mio blog, rappresentano una raccolta di materiali di ricerca e di divulgazione che emergono dal web in lingua russa e dalle pubblicazioni russe dedicate alla spiritualità e alle nuove frontiere della scienza”. Come nasce questa tua ricerca e in che cosa consiste esattamente?  

CONTINUA NEL BLOG: http://quanticmagazine.com/archives/07/07/2014/metodi-di-guarigione-con-la-radionica-esoterico-scientifica-russa/