Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 27 marzo 2014

MALEDIZIONI DI FAMIGLIA




La foto della vecchietta desolata a causa di un raggiro raffigura una nonnina russa che aveva consegnato  tutti i suoi risparmi  - 128 mila rubli – pochi in euro ma molti per quella anziana - a un sedicente mago che l'aveva convinta che i suoi malanni provengono da una maledizione di famiglia... 
Casi simili succedono in tutto il mondo, perché la gente crede che dei fardelli invbisibili possano essere tolti esclusivamente  dagli «addetti ai lavori», spesso in malafede o semplicemente non aventi degli strumenti adeguati per lavorare sui programmi energetco-informazionali che formano le fondamenta delle nostre malattie  o dei nostri disagi esistenziali.
Invece, con il metodo Puchkò coloro che vogliono andare fino in fondo non avranno di che temere, perché non a caso questa è la radionica ...esoterico-scientifica.

Le  maledizioni ricevute dalla famiglia hanno una notevole carica energetica, grazie alla  forte tensione emotiva che li accompagna, e al loro contenuto, anch'esso fortemente negativo.
Colpiscono fino alla settima generazione, secondo la Puchkò (la discendenza dalla parte del padre e della madre). Di solito queste maledizioni danneggiano lo spazio del  «Sé Superiore» bloccando tutto il sistema della gestione dell'organismo, e in particlolare, il corpo astrale.
Per poter eliminare da soli una maledizione di famiglia bisogna imparare quali sono le cause profonde che la Puchkò aveva individuato, quali sono le loro caratteristiche, sapere lavorare con il pendolo sui quadranti e avere un pò di pazienza. Tutto qui. Per il resto, ci sono dei protocolli che guidano l'operatore  (servono soprattutto all'inizio, perché poi, inevitabilmente,  inventeremio le tecniche nostre, affinate nel corso del lavoro, che saranno molto intuitive).

Per capirci, dobbiamo chiedere :
-       --quante maledizioni di famiglia hanno causato l'attuale stato dell'organismo (o dell'organo)?,
-       - da chi proviene (dalla parte della madre? Del padre?),
-       - quale generazione della famiglia di nostra  madre (del nostro padre) aveva ricevuto la maledizione? In alcuni casi la maledizione può diffondersi fino alla nona generazione.
Secondo la tesi della Puchkò, le maledizioni si lanciano in seguito a degli atti intesi come errori/offese ecc, tutti rientranti nella lista dei «peccati»,  di solito  sono accompagnati da un'esplosione delle emozioni negative da entrambe le parti. E abbiamo i quadranti dei peccati...


Ma attenzione,  non tutti i membri della stessa famiglia ricevono ugualmente  delle sorpresine dal lontano passato. Solo alcuni. Lavorando con i peccati dobbiamo capire,  quanti e quali peccati  commessi da noi – sono sempre delle vibrazioni negative che attirano il loro simile -   avevano attirato questa maledizione Prima si lavora sul peccato/i da noi commesso/i , poi si deve precedere all'eliminazione della maledizione.  In pratica,  si deve trovare minimo DUE peccati: quello che aveva attirato la maledizione e quello che  sta al centro della maledizione, quel lontanto errore commesso dagli avi ... Riflettiamo su quello o quelli che abbiamo commesso noi,  ricordando che non si può cancellare un peccato, lo si può solo «espiare» lavorando coscientemente per cancellare dal proprio comportamento ogni sua traccia, chiedendo perdono, prendendone coscienza.

In presenza di molte maledizioni di famiglia si forma un Sistema dell'Esperienza Condensata – SEC (è un accumulo di negatività)  avente un codice numerico.
A volte  occorre indagare se la maledizione è accompagnata dalle Strutture Energetiche Multidimensionali di Comando (SEMC, o "Spazzini Cosmici"), se ci sono e non sono state eliminate,  le maledizioni torneranno. 

Anche le malidizioni di famiglia si eliminano con delle Sequenze Vibrazionali, ma se il canale che ci collega con il Divino non è danneggiato, è possibile tentare di eliminare questo accumulo di negatività con l'aiuto di una preghiera:

«Signore,  liberami da un accumulo di negatività  avente il codice numerico …, insieme alla  SEMC, dimensionamento …, che si trova nel corpo …, nonché sulla connessione ….. (per es., del surrenale destro con il chakra Svadhistana)».

Chiedete quante volte si deve ripetere la preghiera controllando il risultato.




giovedì 20 marzo 2014

COME CALCOLARE IL COEFFICIENTE DELL'ARMONICITA' DI UN GUARITORE O DI UNA PERSONA - DAI FORUM ESOTERICI RUSSI






In un forum specializzato russo ho trovato questa formula: come calcolare il valore (o l’armonicità) di un guaritore, di colui che cura praticando le terapie olistiche. 

I calcoli sono destinati ai radioestesisti – e qui ricordo di nuovo a tutti  l’importanza della radiestesia, e non mi stancherò mai di invitare le persone di apprendere questa antica arte che ci potrà risolvere molti problemi...

Ci serve: una scala da 0 a 100 (con la  quale potete misurare sia Hz, sia metri, sia chilometri).
E’ possibile misurare un guaritore?
Si, secondo questa formula.



Dove Ra (in KM)  = il RAGGIO DELLA SUA AURA (intesa  nel senso esoterico). Il raggio  dell’aura è proporzionale alla  spiritualità. La spiritualità si misura con il grado della connessione con il Divino (ottenuta tramite la preghiera ed altre pratiche spirituali.)

Fa  (in Hz)=  la frequenza del CHAKRA DEL CUORE del guaritore.

La scaletta = lA SCALA DEL AUTO CONTROLLO; significa la capacità di controllare le proprie emozioni negative e di non disperdere le energie. Conta 68 gradini.

Misurate ogni parametro e fate la moltiplicazione. L’importante è che la cifra ottenuta superi 1 (UNO).

Per esempio, se il raggio è di 1-1,5 m ( scriviamo 0,0001km), la frequenza ottimale del chakra del cuore sarà tra 7 – 50 Hz, e la scaletta  sarà di 15-37 gradini.  Si tratta di valori ottimali, armoniosi. Se sono invece sbilanciati, saremo simili ad un computer (restando sul tema dei biocomputer Puchko) che un processore super veloce ma una  memoria misera.

Con questo sistema si può valutare qualsiasi persona, non solo guaritori.  L’autore del post dice:  quando ho  fatto i miei calcoli per una persona  di mia conoscenza e ho ottenuto la cifra 10000, sono rimasto allibito e ho capito di essere ancora un bambino...

mercoledì 12 marzo 2014

LE STRANE MALATTIE DEL COMPUTER NELL'OTTICA DELLA RADIONICA RUSSA



Suona strano, ma intanto, visto che anche la radionica classica si occupa delle SITUAZIONI (Raymon Grace soprattutto, la radionica “scamanica” che opera attraverso la Guide), è piuttosto normale voler capire una situazione che si presenta con aiuto delle tecniche Puchko.
Cosa è successo?
Da un po’ di tempo il mio computer (un Mac nuovo, pulito ecc.) fa capricci: alcuni siti si aprono, altri no, il Fb si blocca anche quando lo staff non fa aggiornamenti (si capisce quando loro li fanno e si aspetta). Sono arrivata al punto di dover fare 20 tentativi di seguito per accedere al proprio blog, e poi le ho provate tutte (cancello cookie, vuoto la cache, spengo e riaccendo, ravvio, do dei colpetti a gli parlo (eh si, gli parlo perché capisce)... alla fine mi sono resa conto che è malato.
Avevo già parlato delle situazioni nel post “La radionica russa e i brutti sogni”, lì si trattava di un rapporto rovinato tra due persone. Ma il mio computer aveva una malattia diversa. 


La Puchkò ha introdotto un concetto molto curioso: ha stabilito che esistono 
STRUTTURE ENERGETICHE MULTIDIMENSIONALI DI COMANDO (SEMC)
Che cosa sono?
Una SEMC è una sorta di «SPAZZINO COSMICO», o meglio, una «iena» cosmica, che viene se fiuta dei danni presenti nei corpi sottili di una persona. Viene per mangiarsela e mandarla "di là". Secondo il pensiero della Puchkò nel momento in cui una vibrazione negativa si inserisce in una struttura sottile, viene emesso un particolare segnale. Questo segnale, ad un certo punto, viene percepito dalle SEMC che aggrediscono i corpi sottili dell'uomo o dell'animale, sostenendo tutti i tipi di germi patogeni. Così insorgono delle malattie croniche e gravi, ta cui l'emorragia cerebrale, l'infarto, le malattie oncologiche. Non vuol dire che qualsiasi danno ai corpi sottili verrà accompagnato dall'arrivo delle SEMC, il meccanismo viene azionato quando si arriva ad un determinato grado del danno.
Il comportamento di una SEMC è molto infido: dopo essersi inserita nella struttura energetica dell'uomo, essa cambia continuamente le lunghezze d'onda, si moltiplica e produce un gran numero di risonanze. Per eliminarla occorre seguire il suo comportamento in maniera dinamica, ma la coscienza umana non è in grado di farlo, essendo questo la prerogativa della Mente Universale.
Che c'entra con le SEMC il computer?
E' che io avevo capito che NON SOLO PERSONE/ALTRI ESSERI VIVENTI vengono aggredite dalle SEMC, lo spazzino universale, che con il suo intervento sollecita: «dai, togliti che sei malato, lascia il posto all'altro - è la legge della vita»!
Avevo capito da tempo che anche LE SITUAZIONI sono soggette alle stesse leggi, e perché no, pure gli oggetti apparentemente inanimati...
Se una coppia litiga spesso, discute, si separa... sapere quante SEMC ci sono nel loro rapporto? Hanno le dimensioni enormi e sono eliminabili soltanto rtovolgendosi direttamente al sistema della mente suprema.
Normalmente le SEMC possono essere identificate, stabilendo i loro parametri, e sappiamo come farlo grazie alla Puchkò.
Ho chiesto, allora, se il mio computer le aveva. Eccome! Erano due, enormi, e molto voraci. Ma non basta: ho dovuto eliminare anche le cause profonde che le hanno fatto venire, e cioè, altri programmi megativi. E' molto probabile che la loro fonte è internet – ma non parlo dei virus informatici, è completamente diverso!
ElIMINATE! Cosa sarebbe successo se non l'avessi fatto? Molto probabilmente, tra qualche mese avrei dovuto portare il computer «dal dottore» - un pò come un malato umano prima ingloba dei programmi negativi, poi – passano mesi o anni – s'ammala e va all'ospedale...
Ma non basta. Ho messo dietro al computer anche una sequenza vibrazionale fatta per lui, con il suo CODICE DELL'ORGANISMO SANO, trovato con la radiestesia... Evviva. Meno male che si possono trovare delle soluzioni «atipiche» a certi problemi.
Chi è interessato a questi temi ne parlerò al corso (probabile, se ci saranno delle richieste). Solo che la radionica russa chiede impegno e volontà di fare (come in tutte le cose serie, che non servono a nulla se non non ci impegnamo).






lunedì 3 marzo 2014

LA RADIESTESIA RUSSA E IL CONTROLLO DELLA QUALITA' DEL LAVORO RADIESTESICO



Ecco l'indice del piccolo e pratico manuale di radiestesia che ho scritto. Mi possono dire: ma con tanti già esistenti, e poi con i corsi che si fanno in giro... 

Il mio scopo principale è fare luce sull'eccezionale sistema di guarigione che è la "Medicina Multidimensionale" di L.G.Puchkò e i testi che ne sono seguiti. Questi metodi di conoscenza e di crescita spirituale, interamente basati sull'uso del pendolo, sono destinati a coloro che non aspettano i "quantic jumps" ma esplorano il proprio subconscio e si collegano con il proprio SE' SUPERIORE. La radiestesia è uno strumento di autoconoscenza antico e valido, ma richiede un'applicazione. Richiede la costanza. Richiede la capacità di dialogare con la propria particella spirituale senza intermediari di nessun tipo. 
Ho visto tante persone iniziare e mollare tutto, e perché? 
Perché "le risposte del pendolo sono sballate". Perché "non so se è giusto ciò che mi dice il pendolo". 
Esistono testi validissimi, pieni di eccezionali consigli. Ne ho una libreria. Ma fino a quando non avevo iniziato a studiare la radiestesia russa, ogni tanto anche i miei risultati - e la faccio dal 1986! - sballavano, e non sapevo come mai.
Purtroppo, in molti testi troviamo delle risposte su questo fenomeno vaghe, oppure delle indicazioni tipo "lanciate il pendolo, e fate il vuoto mentale". Non è facile capire che cos'è, e poi la radiestesia va fatta in silenzio, da soli e non in gruppo, per cui, poi ti trovi a tu per tu con le tue domande senza risposte.... Così abbiamo chi si accontenta delle risposte che detta la sua COSCIENZA - al 90% sbagliate! (e non potrà mai guarire usando il pendolo), e chi, deluso, pianta tutto e va a cercare i numeri magici o altro. 

LA RADIESTESIA RUSSA presta una grande attenzione alle domande del radiestesista:

- Chi mi risponde?
- Come verificare le risposte del pendolo?
- Quali sono gli ostacoli esterni o interni?
- Cosa posso controllare le mie risposte?
- e insegna come superare quest ostacoli.

Ricordo che questo manuale è PER I PRINCIPIANTI, mentre esistono delle materie per radiestesisti esperti, più approfondite e collegate al metodo "Le Energie della Guarigione" di Pavel.

INDICE

• Il fenomeno di radiestesia. Il sesto senso a portata di mano.
• La sensibilità radiestesica
• Gli strumenti: pendoli, testimoni, quadranti. Quale pendolo scegliere. Il pendolo Ottimale di Pavel. I tipi di testimoni: biologici, energetici, naturali, artificiali... “magici”.
• Il risveglio della sensibilità radiestesica: si comincia a lavorare. Come e perché il pendolo ci risponde. Cosa fare se il pendolo non risponde.
• Un’importante regola della radiestesia russa: la registrazione dei file nel subconsio/biocomputer del radioestesista. Il collegamento subconsco-coscienza
• L’attendibilità delle risposte del pendolo. “Chi mi risponde?” Come evitare le risposte sbagliate. Un aiuto dal nostro Angelo-Custode. 
• I tre livelli del lavoro radiestesico secondo gli insegnamenti Puchkò: energetico, energetico-informazionale. Informazionale.
• L’ambiente d lavoro, il modo di porre le domande e il vuoto mentale.
• Che cosa non si può o non si deve fare in radiestesia.
• Il modo corretto per iniziare una seduta secondo gli insegnamenti russi: sapere riconoscere ed affrontare gli ostacoli interni ed esterni. 
• Le misure di sicurezza e la protezione. I metodi di protezione russi.
• Il controllo della compatibilità degli alimenti, dei medicinali, della qualità dell'ambiente dove abitiamo.
• Le ricerche degli scomparsi su carta geografica.