Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 20 dicembre 2013

I LABIRINTI DEL NORD RUSSO COME IMPIANTI DI TRASFORMAZIONE DELLA COSCIENZA





In tutto il mondo sono stati costruiti circa trecento labirinti, di cui 50 si trovano  sul territorio russo, e soprattutto  sulle coste dei mari del nord (isole Solovetsky, Karelia, mar Bianco).
Di solito rappresentano delle figure di forma ovale o circolare fatte di pietre di grosse dimensioni, e una complessa   configurazione dei sentieri all’interno.  Li studia da 27 anni, organizzando delle spedizioni sul posto, Yuri Plusnin, di Novosobirsk, filosofo e sociologo.
-  La sensazione che provi quando sei dentro, - dice lui – è difficile da descrivere. Senti una forte tensione e un forte senso di pace nello stesso momento. Senza dubbio, sono delle costruzioni sacre. Io penso che siano i punti dove i due mondi – il nostro e quello dell’al di là –  si raggiungono.  Ma è anche un punto dove la coscienza assume  uno stato diverso, per questo tutto il disegno labirintico   è una rappresentazione simbolica di questa trasformazione.
-  Entrando coscientemente in un labirinto, una persona può anche cambiare il suo destino.  Nel 1997, studiando un labirinto su una delle isole Solovetsky, ho conosciuto  quattro ragazzi, due maschi e due femmine, turisti. Non si conoscevano prima tra di loro. Avevo proposto loro per gioco, in una notte d’agosto, quando il Giove era particolarmente luminoso, di partecipare ad un antico rito dello sposalizio. 
Avvertendolo loro che, tutto sommato, era anche pericoloso. “Se non ci riuscite dentro il labirinto,  sarà difficile farlo anche nella vita, e viceversa.  Ma se  la magia del labirinto vi conquisterà, non avrete altra scelta  nella vita”.   
Avevano accettato, formando due coppie.  La ragazza è partita  dal centro del labirinto, e il ragazzo  doveva raggiungerla entrando dentro, entrambi avevano gli occhi chiusi.  Avevano 4 possibilità di incontrarsi, e in tre casi non dovevano proprio trovarsi.
Ma inaspettatamente,  e con gli occhi chiusi,  si sono incontrati.  Qualche anno fa sono stato di nuovo lì, e li ho  incontrati di nuovo. Entrambe le coppie erano già  felicemente sposate.
- Il disegno e le proporzioni non  sono tutto...  per diventare un punto di passaggio nell’altro mondo, un labirinto deve essere situato in un punto particolare...



- Ognuno di noi costruisce il proprio labirinto. Alcuni li fanno dei suoi problemi, altri trasformano i problemi nei labirinti...  Io sto costruendo il mio labirinto da oltre 20 anni. Avevo cominciato con i massi da 100 – 50 kg, e ora sono passato a quelli che pesano oltre 300 kg (ovviamente, con aiuto dei meccanismi). Ognuno dovrebbe costruire il proprio labirinto, altrimenti potrebbe girare in cerchio e al buio. I labirinti li puoi fare in riva al mare, e anche di sassi piccoli...come facciamo io e i miei figli.
- Lasciare un labirinto significa cercare migliorare questa vita,  è un segno  che dice: “Ho cercato di trasformare questa parte del mondo”.