Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 18 settembre 2017

LE PREGHIERE DEL XXI SECOLO RISCRITTE DA LEV KLYKOV



Tutto vibra, tutto ha una frequenza, e anche le parole vibrano. Se le parole sono considerate sacre  perché si rivolgono ai piani superiori della realtà, allora dovrebbero essere scelte con l’estrema cura, come pure i concetti che esprimono. Applicando  il moderno criterio dell’”armonia”,  noi possiamo valutare il potenziale energetico di  alcuni testi non più rivisti dai tempi immemorabili (e che l’umanità continua a ripetere senza curarsi di questo aspetto). 

Lev Klykov (leggete qui l’informazione che ho raccolto su di lui: https://radionicaesoterico-scientificarussa.blogspot.it/2017/08/siamo-in-una-transizione-verso-il-nuovo.html) è uno straordinario scienziato in pensione (ma la mente non va mai in pensione!).
Ora è una stimata  figura spirituale  nella Russia che sia riscoprendo le sue vere radici... Klykov riscrive le vecchie preghiere facendole diventare un eccezionale strumento di cura dell’anima e del corpo. 
Nel sito di Klykov http://edinoeznanie.ru/news/newin-10.html  sono riportate le sue riflessioni sulla preghiera Padre Nostro, della quale ha analizzato tutto il testo dal punto di vista dei “livelli armonici”. 
Sinceramente, non so molto dei suoi livelli armonici, non lo spiega nel testo. Ma i valori da 0 a 10 sono al livello “inferno”, e da 10 in su sono al livello “paradiso”. 
Questo (segue) è l’analisi di Klykov dell testo del Padre Nostro in russo (identico a quello in italiano che conoscono tutti) con sopra i valori, in scala dell’armonia, di ogni parola.
7 7 7 8
Отче наш, Иже еси на небесех!
8 9 10 6 6 9
Да святится имя Твое, да приидет Царствие Твое,
7 3 7 8 8 3
да будет воля Твоя, яко на небеси и на земли.
0 0 0 0 0
Хлеб наш насущный даждь нам днесь;
1 1 1 1
и остави нам долги наша,
3 1 0 0 0
якоже и мы оставляем должником нашим;
0 0 0 0 0 0
и не введи нас во искушение, но избави нас от лукаваго.
2 5 6 1 1 1 1 1
Яко Твое есть Царствие и сила и слава во веки веков. Аминь.

...E lo vedete anche voi... si aspettava qualcosa di più!

“...Per un cristiano medio questo testo può anche andare bene, ma non va bene per le persone che sono molto al di sopra del livello medio, e ce ne sono...”, scrive Klykov. 

E ora leggete, nella mia traduzione, il testo riscritto, “armonico”, della preghiera PADRE NOSTRO.  Il grassetto è dellautore.
  
La preghiera alza sempre le vibrazioni, ma come possiamo capire che una preghiera armonica le alza davvero tanto? 
Semplice, basta affidarsi alle sensazioni... e poi, per i più accorti c’è il pendolo e la scala di Bovis. Dopo aver detto  il “nuovo” Padre Nostro in versione originale, ho misurato le mie vibrazioni: erano oltre 100000 Bovis. 
Incredibile...

Ecco il testo (e scusate, ho fatto del mio meglio, ma non è facile tradurre dei testi spirituali/religiosi di questo livello mantenendo la stessa musica della parole).


In nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Padre nostro! Onnipotente, Supremo, Eterno, Luce Infinita,
Il tuo nome è sacro per noi, ed è sempre con noi il Tuo Amore, e cresce il Tuo Regno in Terra.

Toglici i nostri peccati, purifica le nostre anime e corpi.

Noi creiamo il nostro mondo con dignità, con la consapevolezza e con l’umiltà.

Lo illuminiamo con Amore per noi e per tutti, lo riempiamo di gioia.

Perché in noi c’è il Tuo Regno, e la potenza e la gloria  nei secoli dei secoli.

Onnipotente Gesù Cristo, Figlio di Dio, in nome delle preghiere di tua Madre Vergine e di tutti i santi, amaci.
Gloria a Te Dio nostro, gloria a Te.

Re dell’Universo, Consolatore, l’Anima della Verità,
Onnipresente, colui che tutto esegue e regala i Tesori e la Vita,

Vieni, entra in noi, e purificaci dall’immondizia, e salva, o Beato, le nostre anime.

Santo Dio, Santo Forte, Santo immortale, abbi pietà di noi (3 volte).

Gloria allo Spirito Santo, al Padre e al Figlio oggi, e per sempre, nei secoli dei secoli.

Santissima Trinità, abbi pietà di noi; Dio, liberaci dai peccati; Signore, perdonaci le nostre malefatte;

Santo, entra e guarisci le nostre malattie, in Tuo nome.
Gloria allo Spirito Santo, al Padre e Figlio oggi, e per sempre, nei secoli dei secoli. 
Così sia.




mercoledì 13 settembre 2017

LA SPIRITUALITA’ E I SUOI LIVELLI







Ho incontrato questo interessante articolo in  internet russo, il quale rappresenta una leggermente diversa spiegazione della nota scala della coscienza di Hawkins. Diciamo, è spiegato meglio. 
Eccolo:

"La Spiritualità  non è l’inclinazione alla creatività.
Non è la religiosità.
Non è l’intelligenza.
Non è la lettura dei libri.
Non è essere bene educati.
Non è la frequentazione dei teatri, musei o chiese.
La vera spiritualità è l’ascesa della coscienza, dalla semplice e  primitiva a quella Divina.

(Anastasia)

Un uomo è nato. Inizia il viaggio comune del corpo e dell’anima. La vita inizia.
Quanto al corpo, la sua esistenza è a termine. Ma per l’anima è diverso.  Il nostro pianeta è una sorta di poligono dove si confrontano da sempre il bene e il Male. Sappiamo che l’essenza suprema – Dio – rappresenta il Bene e l’Amore. Se vogliamo il bene e l’Amore, il nostro sviluppo spirituale è diretto verso l’alto. In altre parole, la spiritualità è un’ascesa dell’anima verso la Mente Suprema. Nelle persone diverse questa aspirazione sarà sempre diversa. I gradi (il percentuale) dello sviluppo spirituale dell’uomo si possono conoscere, e possono essere misurati  con il pendolo.

I livelli della spiritualità:

il 97,5% è il livello massimo della spiritualità che un’anima può raggiungere in tutte le sue incarnazioni terrestre.
Il 7% è il livello minimo.

Immaginiamo una scala di 21 gradini.
- I gradini 1-8 = il materialismo. Il grado di spiritualità 7%. Le aspirazioni di queste persone  riguardano i beni materiali  e il loro possesso.
- I gradini 9-14 = uno stato intermedio. A parte gli interessi materiali, queste anime iniziano a chiedersi: chi sono? Perché sono qui?
- Dal gradino 15 inizia la conoscenza della mente.
- Dal gradino 18 inizia la conoscenza della spiritualità.

Un’anima dovrebbe fare tutti i 21 gradini, facendo in totale 7 livelli.
7.  -  97,5%.
6.  -  80%
5.  -  60%
4.  -  50%
3.  -  30%
2.  -  7%
1.  -  0


L’inizio del cammino, da zero, è la parte più difficile della scala. Una volta capitati sotto l’influenza delle forze del male, è difficile liberarsene. E l’incarnazione dell’anima, se lei non si libera, risulta inutile. Avrà un’altra possibilità, nella prossima incarnazione.
E quando un’anima, nel corso delle decine di incarnazioni, non ha mai usato la possibilità di salire su per la scala, perde anche quei 7% iniziali che le sono state date alla nascita.
Segue una catastrofe: l’anima scende al livello zero.  Cosa le può succedere dopo?

1.Potrebbe andarsene dalla zona a rischio e spostarsi al livello superiore (la probabilità che ciò succeda è poca).
2.  Continua sulla via della degenerazione, passa il confine e inizia a servire le forze del male. Perde il suo nome (“l’anima”) e ora si chiama l’entità malvagia. Queste entità non perdono la capacità di incarnarsi...

Una volta salita al grado della spiritualità 30%, un’anima scende di nuovo un po’ più in basso ed inizia  dal 5° gradino. Ogni volta, salendo al livello successivo, scende di nuovo di qualche gradino. Questo si fa per darle la possibilità di ripassare un volume delle conoscenze già ricevuto al livello inferiore. La ripetizione è la madre dello studio!. Così, un’anima inizia lo studio  al livello 60%, scendendo di nuovo giù di ben cinque gradini. Questo significa che più sale, più prove incontra,  ma così impara meglio.
Quando si trova dentro uno dei livelli, un’anima può spostarsi in su e in giù, dipende dalla circostanze della vita che trova. Può spostarsi soltanto al livello superiore, ma non inferiore. L’eccezione riguarda soltanto il livello uno (7%).
Più sale il livello spirituale più una persona si prende la responsabilità di ciò che fa. Meno è spirituale una persona più è irresponsabile. Il più comune pagamento per delle azioni sbagliate, per la mancata comprensione delle leggi universali  irresponsabili è la malattia.


Si potrebbe unire  i livelli:

I livelli 80% + 97,5%: il gruppo superiore.
I livello 30% + 50% + 60%: il gruppo medio.
Il livello 7%:  il gruppo inferiore
Il livello “sotto lo zero”: le anime che si sono spostate nell’area delle forze del male.

Cosa abbiamo noi, adesso?
-   Il gruppo superiore: ci sono circa 8000 persone.
-   Il gruppo medio: ci sono circa 200 milioni di persone, il 3% della popolazione terrestre.
-   Il gruppo inferiore: circa 5,5 miliardi di persone, circa l’89% della popolazione.
-   Il gruppo delle  forze del male: circa 500 milioni, ovvero circa l’8% della popolazione.

Il gruppo inferiore + il gruppo “sotto lo zero” = il 97% della popolazione del pianeta.

Sono loro a determinare la spiritualità della nostra civiltà..."

(Victor Lisitsin)


http://psicontact.ru/lestnizaposnanij.html
Il quadro è piuttosto cupo... vogliamo fare qualcosa per migliorarlo? 

domenica 10 settembre 2017

LA FEDE, O “Вѣра”, DEGLI ANTICHI RUSSI



Traduco un interessante articolo preso da un gruppo VK (VKontakte, o il Fb russo) che si occupa della storia degli antichi russi.
Sin dai primi anni 90,  nei libri e nel web russo inizia la pubblicazione degli articoli e dei documenti che  raccontano la storia dei russi che precede il cristianesimo: possiamo chiamarli  genericamente “pagani” ma era, più che altro, una società basata sul vedismo: un concetto del mondo che  insegna la Conoscenza, anziché la religione. I Veda di solito li collegano agli ariani, e gli ariani li collegano esclusivamente all’India. Ma stando alle ricerche e ai documenti,  e ce ne sono sempre di più,  i Veda sarebbero nati nell’antichissimo continente Iperborea,  ora nascosto tra i ghiacci del Mar Arctico, la culla dei Russi. Riemergerà, prima o dopo, se si continuerà  a cercare la verità... e la vera conoscenza.


Ecco l’articolo: 

"La FEDE (“VERA”, “ВЕРА”, in russo)  è quel sapere iniziale che possiede ogni popolo: la sua lingua, la sua cultura, le tradizioni, i ritmi, le festività, le informazioni sugli avi (da dove viene il popolo, dove sono le sue radici). Questo sistema di conoscenze si chiama“fede”, ovvero la saggezza che si tramanda di generazione in generazione. 
Ogni popolo ha la propria fede (lingua, tradizione, antenati), ma alcuni conservano questa Conoscenza, mentre gli altri mostrano l’ìindifferenza: va bene se c’è, ma se non c’è pazienza..
La Religione è (il secondario) collegamento del superiore con l’inferiore (RE = ripetizione; LIGA = unione). Mettiamo che per qualche ragione la gente ha perso la Fede e cerca di ripristinare il collegamento con le sue divinità, di conoscere la saggezza degli antenati, e allora un messaggere inizia a parlare a nome di Dio... in base di queste parole  si crea una dottrina. Va bene se il messaggero  ha trasmesso l’informazione in modo giusto ed è stato capito bene... tutto ciò può anche essere alterato. Oppure, un saggio inizierà  a parlare a nome di Dio, di come lui intende la Fede (e ciò dipende dalle sue idee, cultura, istruzione), creando una religione. Perciò, le religioni sono tante, e sono una parte dell’intera Conoscenza (Fede).

Per gli antichi slavi la Fede e la Vita è la stessa cosa, sono le leggi universali, cosmiche, perciò è impossibile alterare la Fede, come è impossibile alterare l’alzata del Sole o il Firmamento. Invece, l’uomo può sperimentare, per quel che riguarda la Religione: introdurre i dogmi, le regole, abolirle e ri-introdurle. 
I religiosi possono occuparsi delle questioni di cui non sanno niente, come il problema dell’anima delle donne (il Secondo concilio dei cristiani) . Per gli slavi questo problema non si pone nemmeno, perché la Fede proclama l’esistenza dell’anima non solo nelle persone ma anche negli animali, negli  uccelli, negli alberi, nei sassi, nella Terra o nel Cielo... ognuno ha la sua anima. 
Un altro Concilio cristiano, il Concilio di Nicea, ha abolito l’idea della reincarnazione, perché così era più facile gestire la gente, alla quale era stato detto di vivere una sola volta...
La Religione coma parte della Conoscenza, può essere presa in prestito da una Fede altrui. 
Alla base della religione cristiana  c’è la storia del popolo ebraico, la sua versione della creazione del mondo e dell’uomo, le regole  rituali ecc. I primi cristiani  avevano distrutto le antiche biblioteche  non solo in Occidente ma anche in Russia, i riti slavi erano sostituiti da quelli giudaico-cristiani, malgrado molti di loro continuino ad avere le radici pagani.

Fede  come l'illuminazione tramite la conoscenza, come la comprensione delle Leggi della Natura, nell’antica lingua slava si scrive come “Вѣра" - la Saggezza che brilla , mentre la “fede” come credenza, come concetto del mondo si scrive diversamente, “Вера". 

C’è un simbolo runico ariano che è composto di due rune: “Veda”, la saggezza del Supremo, la capacita di conoscerla e di trasmetterla agli altri, e “Ra”: la Luce della ferita Suprema; VE + RA = VERA (“FEDE”)

https://vk.com/feed?w=wall-22926424_47029

sabato 9 settembre 2017

LE SEQUENZE VIBRAZIONALI RUSSE


Di solito iniziamo ad interessarci di radionica venendo a sapere dell’esistenza dei circuiti. Ci metti un tuo testimone per la protezione, per mandare un rimedio ecc. Non sono stata un’eccezione anch’io, ho attraversato questa fase, con molte sperimentazioni. E’ un ottimo inizio! Ma lo sapete che i circuiti sono uguali per tutti, mentre noi siamo tutti diversi? E sono diversi anche i nostri problemi. Ognuno si porta dietro la sua storia, le sue sensibilità, le intolleranze, le sue resistenze. Lo stesso farmaco non fa l’effetto uguale su tutti, perché un circuito, anche quello più valido e verificato, deve funzionare per tutti???
Introducendovi un po’ nelle tecnologie radistesiche russe posso dire, descrivendo una sorta di “circuito” che illustra questo post, che questa è una “Sequenza Vibrazionale” (ottimizzata). Rappresenta un’”arma” individuale capace di combattere, in maniera mirata, qualsiasi programma negativo; è in grado di ripulire, di ripristinare, di proteggere...
Qualsiasi operatore minimamente pratico può costruirsela da solo...con il pendolo, scegliendo i simboli da una serie di grafici.
E una potente struttura che rappresenta una generatore di frequenze (si, ogni simbolo dentro il quadrato è quella parte che lavora, emette delle irradiazioni, o frequenze del campo torsionale).
Di più, tutti simboli si scelgono tramite il subconscio dell’operatore, e le modalità con le quali si scelgono, assicurano una cosa, molto importante: le frequenze dei simboli e di tutte la parti della sequenza irradiano nella parte esattamente inversa alle frequenze di ciò che vogliamo eliminare. Quindi, costruiamo una sorta di “bisturi”.
Caricate la sequenza con alcuni movimenti del pendolo, ci mettete spora il testimone, chiedete per quale tempo ci deve stare il testimone, ed è fatta. Ma è solo una parte della cura... Le sequenze sono l’ABC della tecnologie radiestesiche; da quando sono state proposte, le cose si sono evolute. Eppure disegnarle, compiere tutto ciò che si deve fare, e gioire del risultato (se non vi siete sbagliati, sono infallibili) è un’esperienza proprio bella!
Vi interessa, o vi sembra troppo complesso? Non c’è nulla di complesso quando siamo motivati... ne avrò disegnate migliaia, in tutti questi anni, e continuo a farlo.